ADRIANA PULLIO

 
 

L'estrema fedeltà ad un astrattismo sereno, a immagine inoggettiva, continua, aperta, oltre ad essere nel contesto della ricerca

di questa artista un fomite crescente, si trasforma in formalità ottica, distesa in un'oscillazione diretta e non sostanzialmente ostentativa, corposa, ma illimitabile, non inerte o inaspettata.


Nella tensione individuale il viaggio della forma diventa un vistoso frammento della libertà sintattica, lieve e intensa oltre che civile, culturale, devota al sogno di magnetizzare uno scrupolo inevitabile, a vasto decoro, non sospeso, né a effetti cromaticamente banali o ovvi, e non per

un attimo o come dimessa reliquia di un mistero.

                                   Domenico Cara



Dalla presentazione in catalogo
Mostra Personale Galleria Ciovasso Milano, Ottobre 2008

Le estensioni a - strutturali e

l'immaginazione paradigmatica

NOTE BIOGRAFICHE


Nata a Luino nel 1943, vive a Milano dal 1953.

Diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera a

Milano, presso la cattedra di pittura nel 1967,

alla scuola di Mauro Reggiani.


Ha insegnato dal 1965 al 1997 Disegno e Storia dell'Arte a Milano,impegnandosi sempre in attività legate al mondo dell'Arte e della pittura in particolare.


Nel 1962 vinse ad Avezzano,il primo Premio

Acquisto per la scultura "Testa di fanciulla".

Nel marzo 1968 ha partecipato alla II Mostra Nazionale di Grafica "Italia Bianco e Nero" ad Arezzo al Palazzo Pretorio con una serie di acqueforti, tra le quali la composizione n° 10/1966 e pubblicata.

Nel 1963 ha collaborato nello studio dell'Architetto Piero Bottoni.

Dal 1967 fino al 1980 ha condiviso lo studio del pittore Mauro Reggiani, in via Solferino 12 a Milano
e in quello di Albisola.


Mostra Personale alla Galleria Ciovasso

Milano Ottobre 2008.

Attualmente lavora negli studi di:

Milano, in via Solferino 12 e Iseo, vicolo Borni 14/A.

Molte sue opere sono presso collezioni private.

 

Via Solferino, 12 - 20121 Milano • Vicolo Borni, 16 - 25049 Iseo (BS)

info@adrianapullio.com